Continuità nella Tradizione

Continuità nella Tradizione

Il marchio “Bellora” specializzato nella produzione di tessuti di lino, misto lino e cotone, sinonimo di benessere, qualità e tradizione, si afferma in tutta Italia già a partire dagli anni 40-50, potenzia la sua capacità produttiva fino alla fine degli anni 80 e con l’ingresso della nuova generazione Bellora, inizia una nuova fase di modernizzazione che tiene conto del cambiamento delle abitudini e dell’internazionalizzazione dei mercati.

Sul filo della memoria, dove per tradizione, il bianco e il lino erano sinonimo di corredo, Bellora riesce a trasferire questa suggestione di levità, eleganza e insieme di sobrietà ed essenzialità, alla nuova immagine di casa, progettata nel minimo dettaglio, ma dove non si perde mai di vista la qualità e la praticità.

Bellora disegna le sue collezioni interpretando dettagli e temi decorativi che appartengono alla memoria del tessuto, con un gusto moderno che coniuga un desiderio di maggior naturalezza a semplicità, leggerezza e praticità d’uso.

Il lino diventa protagonista così come il cotone, in un’infinita gamma di bianchi, gesso, avorio, madreperla, opachi o brillanti, facendo esaltare la bellezza di lenzuola, tovaglie, vestaglie, asciugamani, impreziositi di dettagli, bordi applicati, orli a giorno.

Il lino veste la tavola con eleganza, esaltandone il piacere della convivialità, sempre all’insegna della sobrietà e della raffinatezza e dove viene evocato lo stile di vita di chi ama circondarsi di cose belle dall’eleganza discreta.

La stanza da bagno diventa il luogo dove rinnovare il rapporto con sè stessi e dove recuperare uno spazio privato, intimo e incondivisibile, per riscoprire il piacere dei sensi.

Per questa stanza la biancheria è stata creata comoda ed elegante, dai toni pacati e rassicuranti, che veste la pelle quasi di una nuova pelle, nel momento più intimo del relax.

Capi d’estrema eleganza anche per il letto, ma anche motivi floreali, colori che soddisfino il desiderio di circondarsi di nuovo, perché i fiori portano nella casa il ritmo e la vita della natura, tinte fresche e briose, tonalità morbide come il pastello, tonalità azzurre abbinate al candore del bianco, tutto in linea con quel dettato di sobrietà ed eleganza che, oltre le mode, resta nel tempo.

Articolo tratto da: LA MAISON (Giugno – Luglio 2006)

pdf_download