Bagnaresi Casa

Bagnaresi Casa

Lo Stile che interpreta i tuoi sogni.
L’avventura professionale della famiglia Bagnaresi inizia nei primi anni ‘70, in un momento storico in cui la moda italiana inizia a incantare il mondo e ad affermare il valore e l’immagine dell’Italian Style.

La personalissima passione di Grazia Bagnaresi per i colori caldi, avvolgenti, e la spiccata predilezione per i tessuti preziosi, primi fra tutti velluti e sete, sono i punti saldi intorno ai quali si sviluppa un vero e proprio stile. Elemento raro e prezioso in un universo frenetico dominato dal protagonismo e dalla smania di apparire, è la ferma volontà di non intaccare una filosofia di vita e di lavoro che è rimasta invariata in questi trent’anni di continua ascesa: la difesa dell’abilità manuale come valore irrinunciabile del Made in Italy.

Il marchio produce e commercializza pezzi di arredo tessuti e imbottiti quali divani e poltrone, letti, plaid, coperte, cuscini e pouf; complementi d’arredo quali tavoli e tavolini, lampade, lampadari. Diverse le varianti per ogni oggetto, si va dai più sfarzosi ed eleganti a quelli più semplici ma particolari.

Fanno parte della collezione taffetà, shantung e velluto, complementi tessili quali cuscini ai quali vengono applicati cristalli Swarovski, oppure s’incontra l’originalità in quelli in mongolia o nei plaid in seta e velluto stampato. Sicuramente di tendenza i pouf in pelle stampata cocco e nella versione velvet. Per non parlare dei divani, presenti in diverse collezioni, dalle forme più diverse mescolate a fibre e texture differenti e dai colori decisi e ricercati, capaci di impreziosire il vostro salotto.

La ricchezza di materiali, l’originalità di accostamenti, la scelta dei colori e la sobrietà di forme hanno fatto e continuano a fare la fortuna del marchio, oggi conosciuto in Italia ed all’estero. Leggiamo in un articolo Filippo Ceroni (collaboratore e realizzatore di Bagnaresi) affermare: “E’ bello sentire che dai emozioni con iI tuo arredo. Soprattutto quando capisci che lo spazio viene fruito dalle persone esattamente nella maniera in cui avevi pensato tu”.

Articolo tratto da: LA MAISON (Giugno – Luglio 2007)

 

pdf_download